martedì 12 aprile 2011

Questione cosmetici sequestrati

Alcune settimane fa ho visto dei lunghi post sul caso di un'azienda di Perugia i cui cosmetici sono venduti in molti negozi cinesi e che sono stati sequestrati poichè sospettati di contenere sostanze nocive. Era ben intuibile che l'azienda incriminata fosse l'Astra. In questo post volevo condividere con voi quel poco che so sulla questione avendo, il negozio del mio moroso, il suddetto stand. Sapevo della questione già da più di un mese ma non volevo diffondere falsi allarmismi prima che si arrivasse ai risultati dei test. Alcune settimane fa Astra ha detto di ritirare dal mercato alcuni prodotti poichè erano in atto controlli da parte della finanza e finchè non sarebbero stati resi noti i risultati dei test questi non dovevan essere venduti. I prodotti ritirati sono principalmente matite, matitoni e alcuni rossetti. Tengo a precisare che i mascara che ho rencensito su questo blog non sono stati coinvolti (un rossetto che ho a casa e che volevo recensire si purtroppo). Pochi giorni fa Astra ha avuto i risultati dei test sui prodotti sospettati e tra questi alcuni contengono Nichel e altre sostanze non proprio allegre, per questi motivi potranno essere vendute solo esponendo la scritta che non sono adatti alle persone allergiche. Da quanto ne so questa scritta dovrà essere applicata (e poi stampata con le nuove produzioni) su ogni prodotto. L'unica pecca sulla questione (oltre al dover sistemare tutti i prodotti in modo che possano essere venduti a norma di legge) è che il rappresentante Astra, ai negozi che non avevano ricevuto il controllo della finanza (il nostro per esempio), non voleva dare i tagliandini. Questo non è da considerarsi positivo nè nei confronti della legge, nè nei confronti del cliente, la trasparenza di un'azienda è importantissima a parer mio. Personalmente, anche se non soffro di allergie, non comprerò più i prodotti incriminati, già a pensare che un cosmetico contenga lo stesso materiale con cui si fanno braccialetti e collanine mi vengon i bividi.
Questo è quello che ho sentito, se vi saranno delle novità vi terrò aggiornate ;)

8 commenti:

  1. Avevo dei sospetti che non fosse andato tutto liscio come l'olio come sembrava su facebook ;) Grazie Klelia!

    RispondiElimina
  2. Klelia, grazie per l'informazione.
    Anch'io su facebook sono stata contattata privatamente da molti rivenditori che mi hanno detto le te stesse cose.
    Però in giro leggo di molte ragazze che interpretano i post di Astra a modo loro....quindi, mi tengo le informazioni che ho per me, poichè mi esporrei pericolosamente per "orecchie che non vogliono sentire".
    Ciao
    Ivana

    RispondiElimina
  3. Mamma mia...che tristezza!!!!Io ho sempre comprato Astra e mi sono sempre trovata benissimo...ma non sospettavo minimamente una cosa del genere.In più il modo in cui l'azienda si è comportata in questa situazione è stato davvero btutto!!!:(
    Alla faccia del made in italy!!!!
    ps:mi sono iscritta!!!
    Sissy

    RispondiElimina
  4. da face sembrava che non ci fossero problemi... ma dove posso trovare una lista dei prodotti "ni" ?
    grazie delle informazioni

    RispondiElimina
  5. Ecco spiegato il motivo per cui matite e matitoni mi risultavano impossibili da adoperare... davvero fastidiosissimi! Penso di non acquistare più nulla di questa marca, ed eliminare ciò che già posseggo(per fortuna poche cose)...Sono rimasta delusa dal loro atteggiamento.. come comprare qualcosa che di botto è sparita da tutti gli stand senza alcuna spiegazione? Credo che Astra si sarebbe dovuta comportare diversamente, avvisando i consumatori... non lasciandoli nel dubbio e facendo mille ipotesi...

    RispondiElimina
  6. Che peccato! Astra è una marca italiana, più corntrolli durante la produzione avrebero evitato tutto questo, anche perchè ora c'è parecchia sfiducia da parte del cliente.. Prima della questione ero interessata all'acquisto di qualche prodotto, ma adesso non è che mi fidi molto!!

    RispondiElimina
  7. @Des Di nulla ;)cmq resto dell'idea che se estendessero i controlli a più marche, anche famose, chissà che troverebbero, non voglio nenche pensarci!

    @Il blog di Ivana Io queste info le ho semplicemente sapute dalla mamma del mio ragazzo siccome tengono lo stand Astra e giustamente devono essere informati, almeno dal punto di vista legale. Purtroppo altre info, magari più specifiche, non le ho avendo sentito solo la loro faccia della medaglia (di Astra). Se vi saranno aggiornamenti su come verrà gestito il tutto (tagliandini & company) vi terrò aggiornate

    @CompagneDiMerende Purtroppo, come tutte le aziende, cerca di tirare acqua al suo mulino cercando di spendere il meno possibile. Anche io ho a casa alcuni prodotti, non mi han mai dato problemi, ma, caso strano, alcune ragazze (leggendo blog, seguendo video di review)han avuto problemi con i matitoni

    @libertfly Astra avrebbe dovuto avvisare fin da subito che alcuni prodotti non sono adatti alle persone allergiche e che potrebbero dare problemi, la cosa mi stupisce abbastanza visto che dovrebbero conoscere loro in primis la composizione dei loro prodotti...

    @Alice @ NailsbyAlice L'elenco non lo so (anche perchè dal mio moroso non sono tenuti tutti i prodotti che vedi on line ma solo alcuni)però so per certo che sono stati ritirati i matitoni, molte matite e rossetti (quelli con il tappo trasparente). Comunque, se saranno onesti sia Astra, sia il negozio da cui compri, dovranno esporre i prodotti non adatti alle persone allergiche

    @nyna sincermente io guardo ben poco la provenienza dei prodotti, si sa che anche Zoeva fa produrre le palette in Cina eppure, che io sappia, nessuna, tra quelle che fanno reviews, ha rilevato reazioni allergiche o altro. la fiducia sicuramente cala quando saltano fuori questioni del genere, a me per esempio è passata la voglia di acquistare prodotti della wet and Wild quando è scoppiato il caso

    RispondiElimina
  8. Grazie dell'informazione... mah vederemo che succederà...

    RispondiElimina